Home Cura del corpo Oil pulling e nettalingua: pratiche di benessere

Oil pulling e nettalingua: pratiche di benessere

0
oil pulling e nettalingua routine

Oil pulling e nettalingua, insieme alla neti lota, per un benessere fisico completo, naturale e sostenibile.

L’oil pulling funziona davvero per una perfetta igiene di routine del cavo orale ed è una pratica millenaria, che solo recentemente è tornata di moda grazie al mondo dell’Ayurveda.

Il Nettalingua ayurvedico completa la pulizia e libera la lingua da tossine e batteri che si formano durante la notte.

Andiamo a conoscere questi antichissimi metodi di pulizia del corpo, naturali ed eco-logici.

Oil pulling benefici

L’Oil pulling è una pratica molto semplice che funziona agendo, attraverso il cavo orale, su tutto il corpo.

La bocca è uno dei punti del corpo maggiormente predisposti a far entrare nel nostro organismo tossine e batteri.

Facendo entrare nella propria routine mattutina la pratica dell’oil pulling si possono raggiungere benefici a 360°:

  • rafforza denti, gengive e mascelle
  • previene le carie
  • combatte l’alitosi
  • aiuta in caso di gengive sanguinanti
  • cura labbra screpolate e gola secca
  • allevia l’emicrania
  • facilita la digestione
  • tratta le intolleranze alimentari
  • favorisce l’equilibrio ormonale

Se già ti è capitato di cercare informazioni riguardo l’oil pulling sui forum, ti basterà continuare a leggere l’articolo per conoscere meglio di cosa si tratta!

La pratica dell’oil pulling, nata 4000 anni fa in India, va fatta la mattina appena svegli, a stomaco vuoto, per un periodo di tempo che va da qualche settimana, fino a un mese.

Grazie all’oil pulling si rimuovono tossine, placca e batteri che si accumulano nel cavo orale durante la notte.

Lo sciacquo, che si pratica con un cucchiaio di olio (se ne possono usare di diversi tipi, vedremo più in là quali), consiste in alcuni movimenti come di “risucchio”, della durata di massimo 20 minuti.

Tali movimenti servono a facilitare l’estrazione delle tossine, per questo la durata non deve essere inferiore ai 10 minuti.

Oltre i 20 minuti, invece, si rischia che le mucose riassorbano le tossine appena rimosse.

Al termine degli sciacqui, bisogna sputare l’olio nel water (per evitare di intasare il lavandino) e risciacquare la bocca con acqua tiepida.

Oil pulling effetti collaterali e controindicazioni

Nonostante i moltissimi benefici, l’oil pulling in alcuni casi può dare un peggioramento dello stato fisico lo può dare, ma solo se non stiamo attenti durante la pratica.

Infatti si deve assolutamente evitare di inghiottire l’olio durante gli sciacqui (per evitare problemi a livello gastrointestinale), o peggio di inalarlo perché, in quel caso, si potrebbe andare incontro a una polmonite detta lipidica.

Inoltre, essendo una pratica detossificante, se si è sotto farmaci per patologie pregresse, bisogna sempre avvisare il medico delle nuove pratiche che si vogliono intraprendere.

Il rischio è quello di poter avere dei cambiamenti nel metabolismo, minimizzando così l’effetto dei farmaci che si assumono.

Sicuramente se si mettono sulla bilancia oil pulling benefici e oil pulling effetti collaterali, sono più i primi che i secondi, basta essere presenti e consapevoli durante la pratica.

Oil pulling quale olio usare

La pratica dell’oil pulling si può fare con diversi oli, tutti vegetali, come olio E.V.O., olio di girasole, olio di sesamo oppure l’olio di cocco, che sarebbe da preferire agli altri.

Tutti rigorosamente non raffinati e spremuti a freddo, ma alcuni sono meglio di altri, vediamo quali sono.

Oil pulling olio di cocco

Eco-Friendly
Zero Waste
Durata/Risparmio

L’oil pulling con l’olio di cocco, da studi scientifici, risulta quello più efficace grazie alle proprietà dell’olio:

  • previene lo streptococcus mutans (batterio che danneggia lo smalto dei denti e causa la formazione delle carie)
  • controlla le infezioni microbiche
  • combatte la candida albicans

Questo olio di cocco da 500 ml è certificato biologico e vegano, mantiene tutte le sue proprietà organolettiche ed è perfetto per questo utilizzo ed in generale per la cura della persona.

Nettalingua come si usa e cos’è?

Il nettalingua va usato preferibilmente prima della pratica dell’oil pulling ed è un piccolo attrezzo a forma di U molto semplice da usare.

Tenendolo dai manici va passato sulla lingua dal punto più interno, fino alla punta.

In questo modo tutto ciò che si deposita sulla lingua durante la notte (hai presente quella patina bianca che da quel brutto sapore appena svegli?), viene grattato via in un solo colpo, senza fastidi.

Come si legge anche nell’articolo di my-personaltrainer, la pratica svolta con il nettalingua permette di evitare il riassorbimento delle tossine di cui è composta la patina bianca che ricopre la lingua appena ci si sveglia la mattina.

Nettalingua: acciaio o rame?

Il nettalingua può essere sia in acciaio che in rame.

Entrambi i materiali, oltre ad essere sostenibili, sono anche naturalmente antibatterici.

Nettalingua acciaio

Eco-Friendly
Zero Waste
Durata/Risparmio

Questo set di 4 nettalingua è prodotto con materiali di alta qualità, durevoli, atossici e anticorrosione.

Indeformabili e antiscivolo, sono ottimi per un’esperienza quotidiana confortevole.

Di piccole dimensioni sono facilmente trasportabili, perfetti per quando si è fuori casa e in viaggio.

Nettalingua rame

Eco-Friendly
Zero Waste
Durata/Risparmio

Questi due nettalingua in rame, con il pratico sacchetto per portarli sempre con sé, ti aiuteranno a tenere la lingua priva di tossine.

L’effetto naturalmente antibatterico del rame, già al solo appoggiarlo sulla lingua, assicura una pulizia profonda e duratura.

Neti Lota per lavaggio nasale

Un’altra pratica ayurvedica associata a nettalingua ed oil pulling, è il lavaggio nasale che si effettua con la neti lota.

La neti lota è in ceramica ed ha la forma di una piccola teiera, il cui design è pensato appositamente per essere inserita all’interno delle narici per un lavaggio di entrambe le cavità nasali, in maniera rapida e funzionale.

Basta inclinare la testa e introdurre nella narice il beccuccio della lota, precedentemente riempita per metà con una soluzione di acqua tiepida e sale marino.

Respirando con la bocca e inclinado ancora di più la testa, la soluzione uscirà attraverso l’altra narice completando così il lavaggio.

La sensazione di bruciore passa in fretta e restano soltanto i benefici che dona la lota per il lavaggio nasale.

Una pratica antica, anch’essa da inserire nella propria routine mattutina eco-logica, che elimina i residui di inquinamento atmosferico, muco e impurità, donando una respirazione più confortevole e un benessere diffuso.

Migliore neti lota su Amazon

Eco-Friendly
Zero Waste
Durata/Risparmio

Pratico e maneggevole con beccuccio smussato per essere più delicato a contatto con le narici.

Certificato come dispositivo medico CE di classe I è realizzato in ceramica di alta qualità, facile da pulire dopo l’utilizzo.

Speriamo che questo articolo ti sia stato utile per conoscere pratiche dal fascino antico ma di grande funzionalità e attualità, sempre naturali e sostenibili, per un benessere quotidiano 100% eco-logico.

Sempre in materia di igiene orale eco-logica, potrebbero interessarti i nostri articoli:

Igiene orale: 5 modi per renderla ecologica

Dentifricio fai da te: meglio prepararlo in casa

Spazzolino in bamboo e spazzolini ecologici

Vuoi usufruire della spedizione gratuita rapida su Amazon per 30 giorni?

Iscriviti ad Amazon Prime cliccando qui e potrai beneficiare di tutti i servizi inclusi tra cui consegne gratis in 1 giorno lavorativo, Amazon Prime Video e Amazon Prime Photos!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo con i tuoi amici!

Hai dei commenti o delle informazioni da aggiungere?

Scriviceli qui sotto!

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version